Carta di credito = pagamento in contanti

Carta di credito = pagamento in contanti

Ha già iniziato a fare i loro acquisti di fine anno? Quindi non perdetevi questa informazione! Anche se la pratica è abbastanza comune nella maggior parte degli esercizi commerciali in tutto il paese, le agenzie di tutela dei consumatori sono unanimi nel dire: i pagamenti effettuati con carta di credito sono considerati denaro contante e, di conseguenza, il commerciante non può richiedere differenza nel valore di Prodotti per chi sceglie di pagare in questo modo.

Tuttavia, che non ha incontrato la situazione di perdere un po 'di sconto se, invece di pagare in contanti, decidono di fare un acquisto con la carta?

Secondo Procon SP, il negozio non può imporre un valore minimo per gli acquisti con una carta di credito. Questa azione è considerata abusiva e che rischia di denuncia con un'agenzia di protezione dei consumatori.

Inoltre, qualsiasi tipo di promozione fatta per il pagamento in contanti deve valere anche per la carta di credito. Nel caso del conto rata, il negozio è che definisce il numero totale di volte che si possono permettere. Poi sì, ci possono essere spese per interessi, devono essere informati in anticipo dallo stabilimento. Ma se viene garantita senza interessi, il consumatore, a sua volta, dovrebbe dare l'informazione ricevuta di vendita: "Shop FIN".

Sempre secondo il Procon SP, tutte queste linee guida si basano sul Codice del Consumo. Così il cliente a venire attraverso in una situazione in cui manca un qualche tipo di sconto o la promozione solo perché si utilizza la carta di credito come pagamento può e deve riportare lo stabilimento. Il negozio può essere punito con multe che vanno da R $ 212,82 a R $ 3.192.300.

protesta

L'Associazione brasiliana di tutela dei consumatori protesta è un altro corpo che sostiene i prezzi uguali di fatturazione in relazione ai pagamenti con carta di credito in contanti. Tanto, che ha inviato una lettera al carta di credito sottocommissione della Camera che chiede l'eliminazione della pratica costosissimo questa modalità.


Secondo una dichiarazione sul sito web di protesta, l'associazione è consapevole del fatto che i commercianti hanno costi di transazioni con carte di credito, ma non è d'accordo che essi sono trasferiti ai clienti. "Anche se l'uso della carta è una convenienza per il consumatore, che aveva già pagato per essa attraverso la rendita, l'interesse (quando si entra in rotazione) e le tasse e le imposte coinvolti nell'operazione", ha detto l'agenzia.

1

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000