Come includere i bambini nelle faccende domestiche?

Come includere i bambini nelle faccende domestiche?

Chiunque abbia figli sa quanto sia difficile ottenere loro di integrare e sentire importante nelle realizzazioni di attività domestiche. Sappiate che per la fase di ogni bambino c'è un lavoro adeguato che farà sentire al sicuro e importante e fuori casa.

L'educatore Andrea Branch, autore di "E 'a voi: come rendere il vostro bambino una storia di successo", la Nazionale Gruppo Editoriale Editore LTC ritiene che incoraggiare i bambini ad assumersi la responsabilità dall'inizio li aiuterà a formare la loro autonomia e li rendono soggetti più sicuro e fiducioso per tutta la vita, e aumentare l'autostima e farli sentire importante nell'organizzazione della casa. "Il segreto è quello di dosare: il buon senso ed equilibrio, senza overprotect, ma senza esagerare la delega di funzioni", dice.

È importante sapere che definiscono l'età esatta per ogni attività dipende dai genitori. È necessario controllare la maturità del bambino e il livello di autonomia per ogni situazione. "Il compito ideale per ogni bambino fanno molto affidamento su ogni famiglia", dice l'educatore.

Andrea ritiene che tra i due ei tre anni, i bambini hanno una forte tendenza per ottenere il movimento, toccare tutto ciò che è, mostrano un sacco di attività motoria. E 'un'età interessante per iniziare a insegnare a organizzare il vostro spazio, come conservare i giocattoli. "Sempre come se l'attività è stata parte della sua stessa battuta. Ad esempio :. '! Ora tutti i giocattoli vanno alle loro case' E 'anche buona età per iniziare a contribuire ad alimentare gli animali domestici e prendere i vestiti sporchi a canestro" suggerisce.

L'autore fa notare che tra i quattro e cinque anni è già possibile insegnare a organizzare il proprio letto, aiutare ad organizzare la spesa al loro posto. "Probabilmente qualche lavoretto domestico di pulizia, come spolverare o partecipare un po 'nella preparazione di qualsiasi alimento può già essere fatto, ma, ovviamente, sempre con supervisione di un adulto!", Dice.

Forse, dal punto di vista del docente, l'età tra sei e otto anni è il più difficile da trasformare le attività di casa a semplice "play" perché il bambino avrà altri interessi. "È opportuno cominciare a pensare in un piccolo assegno, anche se è simbolico che la farà capire il valore del lavoro e iniziare ad imparare come gestire le proprie risorse", dice l'autore.

Nella stessa fase, oltre alle attività già menzionate sopra, il bambino può fare pulizie coinvolgono strumenti come mop, secchio panno con acqua. Può aiutare a chiarire il "danno" che a volte succede, per esempio, l'acqua versata sul tappeto, il cibo che è caduto dal tavolo, etc. Andrea dice anche che sono già pronti a diventare più coinvolti nella preparazione dei pasti. "Si può anche imparare pratiche di sicurezza a casa, come bloccare le porte, accendere e spegnere le luci, hanno i numeri di telefono utili nel caso in cui si deve chiedere aiuto a qualcuno se i genitori passano male, e comprendere il funzionamento di alcuni apparecchi "dice.

Tra i nove ei 12 anni è il momento di assumere il ruolo nel lavoro collettivo di tenere la casa in ordine. "Così i bambini possono aiutare a lavare la macchina, portare fuori la spazzatura, aspirare il pavimento, si occupano di animali domestici, anche cucinare un pasto completo," raccomanda l'educatore. Andrea spiega che in questo momento si rende conto che la casa è una comunità in cui i compiti sono divisi e assunti da tutti.

L'autore dice che, in teoria, i bambini imparano a prendersi cura dei giocattoli stessi, di assumere compiti con responsabilità progressisti e organizzare il proprio tempo per prendersi cura di questi casa d'affari hanno la tendenza a reagire in modo più naturale e l'impegno con i compiti e anche a pensare di più a causa del collettivo piuttosto che l'individuo.


"Ad ogni modo, insegnare ai bambini a fare i compiti possono e devono essere condivisi da coloro che vivono insieme è sempre molto buono. In questo modo sviluppare la loro autonomia e sarà utile per la vita, personale e professionale," dice. "E 'bello anche fare questo con i ragazzi e le ragazze, perché che viene insegnato a riordinare la casa non è' donna cosa '. Questo è un concetto del passato. Oggi, gli uomini e le donne condividono i compiti e le responsabilità della casa", aggiunge Andrea.

12

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000