Comprendere l'influenza di El Niño questa estate

Comprendere l'influenza di El Niño questa estate

Ancora una volta, ci troviamo di fronte un'estate atipica, soprattutto a causa della grande quantità di pioggia nella regione sud-est del paese. A differenza di 2008 e 2009, anni in cui è stato segnato dalla presenza del fenomeno La Niña, l'estate 2010 è stato influenzato da El Niño. E mentre la maggior parte delle persone hanno l'abitudine di guardare o leggere le previsioni del tempo, fenomeni atmosferici sono ancora mistero per molte persone.

"Sia El Niño e La Niña sono fenomeni globali, vale a dire l'influenza in varie parti del nostro pianeta. Entrambi sono diagnosticati dalla temperatura della superficie del mare (SST) nell'oceano Pacifico equatoriale, cioè vicino alla linea Ecuador. El Niño viene rilevato dal riscaldamento anomalo delle acque, mentre la Niña è rilevato dal raffreddamento ", spiega Cassia Beu, il Somar Meteorologia.

Le cause del fenomeno sono ancora sconosciute e, come dichiarato dal meteorologo, "anche i cambiamenti climatici sono legati al El Niño / La Niña, perché abbiamo la conoscenza di questi fenomeni dal 17 ° secolo, molto prima industrializzazione" momento in cui la temperatura terra avrebbe cominciato a salire.

La capacità di diagnosticare loro e conoscere le loro conseguenze consente alle regioni colpite possono prendere alcune misure per prevenire disastri e perdite. Cassia citato la costa del Perù, che ha pescano compromessa dal riscaldamento delle acque in tempi di El Niño.

In Brasile, le regioni del Nord e del Nord-est che soffrono di più in questi tempi, piove meno. "L'esempio di ciò che stiamo osservando, El Niño provoca piogge più pesanti nella regione meridionale nei prossimi mesi e precipitazioni al di sotto normale nel Nord-Est e Nord. A sud-est e nel Midwest, la pioggia finisce un po 'prima del solito, e questo motivo, abbiamo più alte temperature da marzo ", prevede Cassia.

Anche se è piovuto molto nel sud-est nelle ultime settimane, la colpa questa volta non è El Niño, ma la temperatura delle acque della costa brasiliana, che è superiore alla media. Pertanto, è più facile essere mari evaporazione, che formano nuvole temporalesche.

Non possiamo interferire in modo direttamente nel tempo, ma possiamo evitare conseguenze come ad esempio le inondazioni prendono proporzioni ancora maggiori. "La gente dovrebbe seguire le indicazioni della Protezione Civile, quando ha suggerito la disoccupazione da qualche parte, per esempio. Non dovrebbero affrontare inondazioni e anche inondazioni", dice Cassia.


2

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000