Heart Mother

Heart Mother

Carla Lancetta, 36, non poteva rimanere incinta e ricorso alla fecondazione. Infruttuoso e fragile la situazione, più volte l'insegnante ha cercato di immaginare con un bambino adottivo tra le sue braccia, ma come dice lei, "doveva essere pronto per questo non solo nella testa, ma anche nel cuore."

Finché un giorno, venne a sapere del lavoro della Quinta da Ana Casa Support Group, attraverso la sua madre. In un primo momento, ha partecipato nei cosiddetti gruppi di riflessione, in cui psicologi e assistenti sociali ha spiegato che cosa è l'adozione nella vita di molti genitori. Dopo aver diviso i loro dubbi e ansie con i professionisti e le altre donne, Carla e suo marito hanno cercato la cancelleria del Tribunale di infanzia e la gioventù, con la documentazione necessaria, e ha attraversato una serie di interviste.

"Confesso che in qualche modo questa fase era abbastanza difficile per me. Ho già dispiace per la situazione precedente, è stato a volte scoraggiante perché valutano la loro vita, la loro storia e sono stati alla prova la loro capacità di essere una madre. Ora, pensare meglio credo che questo lavoro è necessario, è un modo per vedere se la coppia vuole davvero prendere un bambino o solo qualcosa di temporaneo, "dice.

Con il certificato di abilitazione per l'adozione nelle mani, che nel settembre 2007, la coppia è stata registrata ed è stata l'adozione coda vostra città, Niteroi. "Anche se il numero di bambini per essere più alto nelle grandi città, con l'aiuto delle ONG anche andato dietro rifugi e altri luoghi principalmente all'interno di Alagoas, come nel sud-est è sempre più difficile. Io non restrizioni di razza o di sesso, volevo solo . un bambino piccolo per vivere tutto fin dall'inizio il personale della ONG al gioco: si vuole avere a svegliarsi di notte, "dice.

Un giorno, l'insegnante appreso della storia di John Gabriel, nato prematuramente, con un solo chilo e 230 grammi. Dopo due mesi di ospedale, ha lasciato l'ospedale con più di due chilogrammi e il suo destino sarebbe rimasto a lungo in un rifugio, ma Carla ha scelto di cambiare il corso di questo bambino ed era sicuro che sarebbe stato il suo figlio quando lo vide.

"Nel gennaio del 2008 ho portato in braccio ed è stato emozionante. Oggi è un anno e quattro mesi. E 'la ragione della mia vita." Ricordando che molti bambini rimangono in rifugi solo su base temporanea, in modo sono in grado di adottare bambini i cui genitori rinunciato alla custodia dei figli o orfani.

Se non fosse per l'iniziativa personale può Carla ancora in attesa di un bambino. Lei è ancora in coda tua città e credo che se cercano riparo in meno di quattro anni non sarebbe stato con un bambino. Il figlio John è arrivato prima di essere approvato legge sull'adozione nell'agosto 2008, che mira a facilitare l'adozione di alcune misure: tempi più brevi per i processi, limitate in due anni, estesa se necessario, al di là di residenza del bambino e adolescenti in centri di accoglienza per meno tempo.

La restrizione per età, sesso o razza ostacola anche il processo di adozione. "Per quanto riguarda il colore, la spiegazione più comune è la rivelazione di adozione. Adottare un bambino etnica differente è quello di esporre l'adozione alla società e anche, in alcuni casi, la difficoltà di avere figli biologici. C'è anche la motivazione per il tatto bambino a differenza della famiglia e quindi hanno maggiori difficoltà adptação "Cristina Moreira Palason Cotrim, psicologo forense di lavoro sociale e Psicologia di San Vincenzo Forum, una città sulla costa.

Ancora abbiamo osservato i piccoli cambiamenti nel parere dei genitori. Secondo lo psicologo, negli ultimi anni, ci sono molti casi di adozione di fratelli e figli di diverso gruppo etnico dei genitori interessati.

"La fascia di età è stato ampliato e ci sono anche casi di adozione di bambini con bisogni speciali. Abbiamo bisogno di questo cambiamento per il movimento nazionale di adozione che ha subito una crescita significativa nel corso degli ultimi dieci anni. L'organizzazione dei gruppi di sostegno all'adozione contribuire alla costruzione di un cultura delle adozioni necessarie e rompendo i pregiudizi e tabù ", aggiunge.


L'ONG Yard Ana House (http://www.quintaldeana.org.br/), che ha contribuito a Carla, è uno di loro. Oltre appaiono sul vostro sito la situazione di molti bambini per adozione, ma offre anche assistenza legale e psicologica per le famiglie, le lezioni nelle scuole e nelle università, incontri tra famiglie affidatarie o in cerca di adottare, al di là della sponsorizzazione emotivo, in cui gli uomini e le donne essi volontari per aiutare i bambini rifugi.

1

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000