La cura supplementare con candidiasi in estate

La cura supplementare con candidiasi in estate

L'arrivo della stagione più calda dell'anno si sposta alla routine di molte donne. Sono giornate in spiaggia, la piscina, il tutto con abbondanza di sole e spesso l'allenamento intensifica per preparare il corpo per il bikini. Una è che in estate che aumenta anche l'incidenza di candidosi, un'infezione nella zona vaginale causata da un fungo, che colpisce tre su quattro donne almeno una volta nel corso della vita.

I sintomi principali sono bruciore e prurito nella zona vaginale, e uno scarico biancastro. "Il principale fattore che innesca una candidosi è un'infezione bassa immunità. Ma il caldo e l'umidità anche contribuire notevolmente alla insorgenza della malattia", dice ostetrico e ginecologo Giuseppe Benedetto.

Per prevenire le malattie, possono essere prese alcune precauzioni di base. Evitare di tenere il corpo bikini bagnato per lungo tempo, così come l'uso di vestiti con tessuto sintetico soprattutto nei mesi più caldi. Le donne dovrebbero preferire l'uso di abiti leggeri, realizzati con tessuti naturali, per facilitare la ventilazione.

Per trattare la malattia tra le opzioni esistono in base al clotrimazolo antimicotico (Canesten Gino, Bayer), l'applicazione vaginale disponibile in crema per tre o sei giorni di trattamento o di singola dose tablet vaginale. Il clotrimazolo elimina il fungo che causa la candidosi e aiuta a ripristinare il delicato equilibrio della flora zona intima femminile.

0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000