La malattia di Alzheimer

La malattia di Alzheimer

I numeri spaventano. In tutto il mondo ci sono tra i 17 ei 25 milioni di malati di Alzheimer, che rappresenta il 70% di tutte le malattie che colpiscono la popolazione geriatrica. Essa colpisce persone di 50 anni di età, ma è più comune dopo l'età di 60. Non è ancora trovata una cura e non esiste un test specifico per individuare il problema.

malattia di Alzheimer deteriora alcune regioni cerebrali che alterano la fisica, comportamento mentale, lingua, tra gli altri, che porta alla demenza.

Questa malattia danneggia il rapporto socializzazione della persona, sia società con la persona e viceversa, come l'Alzheimer conduce alla famiglia dimenticanza, abitudini, luoghi, tra gli altri.

Oltre a cure mediche, il paziente ha bisogno anche di molta cura e di cura della famiglia. Deonil de Oliveira, 75, casalinga padre Doeli Aparecida de Oliveira, 50 anni, è il portatore della malattia di Alzheimer. Secondo Doeli, la famiglia ha scoperto la malattia per circa 08 mesi. Vedovo, Deonil si trasferisce a casa di sua figlia, che ha adattato per soddisfare le loro esigenze.

La casalinga dice che la cura e l'attenzione sono la chiave: "Qui a casa tutti danno molta attenzione a mio padre, si sente amato", dice Doeli. Deonil anche frequenta quotidianamente una casa di cura nel pomeriggio. "Ci ha contatto con altre persone ed esperti", aggiunge Doeli.

Secondo geriatra Quintanilha Regina de Almeida Vasconcelos, che lavora nella zona per 14 anni, la malattia di Alzheimer ha tre fasi: la fase iniziale, l'intermedio (che è diviso in lieve e grave) e il terminale.

Fase iniziale: ci sono solo un paio di omissioni che non ostacolano la convivenza. Il paziente è ancora indipendente. Ci sono due tipi di dimenticare: dimenticare una persona normale e vettore di Alzheimer. Per esempio, una persona normale assomiglia a quella dimenticata una matita sul tavolo, come la persona che ha Alzheimer non ricorda se ha lasciato la matita sul tavolo.

luce della fase intermedia: il paziente comincia a dipendere da qualcun altro. In questa fase ci sono ancora momenti di lucidità. Si tratta di un bambino di circa 08 anni per una persona di ricordare un paio di routine come fare il bagno, per esempio.

grave fase intermedia: richiede terapia intensiva, ma il paziente può ancora aiutare nelle loro attività. In questa fase, si ha una maggiore difficoltà di socializzazione e perdita di memoria è più intenso.

fase terminale: il paziente è completamente dipendente da un'altra persona. A questo punto, è già a letto, ha difficoltà comunicarla, alimentarlo, sanificare è, tra gli altri. Molti pazienti non raggiungono questa fase, muoiono in precedenza a causa di altre malattie come il diabete, l'ipertensione, il cancro, tra gli altri.

Non c'è nessuna prevenzione per la malattia di Alzheimer, ma gli esperti raccomandano continui esercizi di cervello come la lettura, cruciverba, ecc Restate sintonizzati per tutti i sintomi della malattia, in quanto si è rilevato in precedenza, i farmaci possono ridurre alcuni dei sintomi della malattia e offrire al paziente una migliore qualità della vita in tal modo.

Attualmente, ospizi pubblici il trattamento di persone con malattia di Alzheimer, ma quando il paziente raggiunge un certo stadio che richiede cure intensive non ci sono risorse per la continuità. Perché la malattia di Alzheimer è un problema di salute pubblica, con costi sociali da prendere in considerazione.

Medico generico medico esperto CRM 99 950 Sport

1

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000