Le donne si organizzano contro le molestie per le strade

Le donne si organizzano contro le molestie per le strade

Quasi tutte le donne hanno ricevuto qualche cantato o commenti sul suo corpo sulla strada. Alcune di queste relazioni che sono state imprecazioni o toccati da estranei, semplicemente circolare sulla via pubblica. Le molestie per le strade è una realtà e già ci sono quelli che combattono esso.

In Brasile il dibattito sulla Sung sta guadagnando corpo e internazionale, un'onda reazione è già in corso per affrontare il problema. Una grande forza di lotta contro questo tipo di azione è la Hollaback, nato da esperienze negative del direttore esecutivo e co-fondatore, Emily maggio, quando aveva 18 anni e si trasferisce a New York.

Nel 2005, all'età di 24 anni, Emily e sei amici, tre dei quali erano uomini, ha aperto la Hollaback. E fin dalla sua nascita, l'istituzione gestisce un reazioni rivolta internazionali vista sulla strada molestie in tutto il mondo digitale organizzati. Secondo l'organizzazione, oggi ci sono affiliati in 62 città in 25 paesi, che operano in 12 lingue diverse.

Oggi, ci sono 300 organizzazioni in tutto il mondo che sono stati addestrati dal gruppo Hollaback attraverso ampie seminari online. L'obiettivo generale è quello di espandere la consapevolezza pubblica di molestie strada ed i risultati sembrano manifestarsi. Il regista dice che oggi è molto più facile parlare con la gente circa le molestie rispetto al passato.

"Non più I Went"

In Brasile, di recente, la campagna "Basta Fiu Fiu", creato dalla pagina "Olga", che informa e propone discussioni della sessualità e della femminilità è stato colui che ha recitato nelle discussioni sul tema. Senza l'obiettivo di "porre fine cantato," la proposta è stato quello di promuovere la discussione sul diritto delle donne a sentirsi al sicuro fuori casa e mostrare come forzata complimento può essere abusivo.

Il "fiu UIF" sono stati criticati per quanto riguarda il suo approccio unilaterale e avances sessuali offensive, e gli uomini prendere l'obbligo di avvicinarsi con le donne. "Quando ci rivolgiamo a cosa di routine il fatto che le donne non hanno spazi privati ​​o anche essere padrone del proprio corpo, incoraggiano la violenza", dice il testo nella pagina collettiva.

Un sondaggio condotto dalla giornalista Karin Hueck disponibile sul sito Olga condotta con 7762 donne, rivela che il 99,6% di loro aveva sperimentato qualche tipo di molestia e l'82% non piace questo approccio. Il che ci porta, quindi, a riflettere sulla gravità del problema.

In paesi come l'Egitto e l'India, gravi e casi notevoli di molestie contro le donne sono registrati per molti anni e in particolare negli ultimi dieci anni. Come lo studente indiano di 18 anni, che è morto di uno stupro nel dicembre dello scorso anno.

E anche se l'Egitto ha rafforzato le sue leggi contro le molestie sessuali Street nel 2012, tra cui palpato e fischi, un gruppo chiamato HarassMap, che tiene traccia in tempo reale segnalazioni via molestie ha detto che, in generale, queste leggi non sono incontrato mentre spesso la colpa è la vittima che ha segnalato l'assalto.


L'influenza del Hollaback su questi paesi, e molti altri, ha cercato di combattere la mentalità sociale che le donne sono per le strade a disposizione per il piacere maschile e la postura è la causa di questi abusi.

E in Brasile, la mentalità non è molto diverso. Testimonianze forniti dal gruppo di campagna "Basta Fiu Fiu", mostra come pregiudizio velata circa il corpo femminile può da tutto il mondo.

Un conto: .. "Ho sentito un ragazzo comincia a chiamare me caldo sulla strada e ignorato Improvvisamente è venuto su di me alla fermata dell'autobus con il suo cazzo fuori, masturbarsi e mi chiama caldo ho avuto la prima . autobus che ha tirato su solo per sfuggire al bastardo quando tornai a casa a piangere, mia madre ha chiesto che cosa era successo, e poi ho detto, ha chiesto: 'e cosa hai fatto per provocare l'uomo che non ha messo il suo pene fuori a niente '. non ho mai detto a un episodio di molestia ".

Quindi sta pensando: faremo donne non favorire restando sostenere la colpevolezza delle vittime? Non ci assumiamo una posizione sbagliata quando si considerano le aggressioni quotidiane di normalità? Spetta a ciascuno di dire di no a questo tipo di abusi e collaborare in modo che, sempre più, tutto ciò che possiamo passare senza timore di subire un attacco ad ogni turno.

4

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000