Morbillo e pertosse la vaccinazione in età adulta

Morbillo e pertosse la vaccinazione in età adulta

Sulla base di epidemie come il morbillo e la pertosse, abbiamo bisogno di sottolineare l'importanza della vaccinazione infantile adeguata per prevenire la malattia in età adulta e il monitoraggio del loro rinnovo ogni dieci anni. L'opzione di vaccinazione è gratuita, ma può generare conseguenze sociali, come ad esempio l'emergere di possibili epidemie.

Secondo Rosana Richtmann, specialista in malattie infettive e presidente del Comitato per il Controllo Infezioni Ospedaliere, Ospedale e Maternità di Santa Joana, questa è una questione di responsabilità sociale.

"La conformità con il programma di vaccinazione dovrebbe essere seguita e ristrutturato secondo la protezione offerta tempo per ogni vaccino. In questo senso, molti adulti dimenticano riprendere il morbillo e la pertosse, per esempio, solo perché ho preso durante l'infanzia . Questi devono essere rafforzate ogni dieci anni ", spiega il dottore.

morbillo:

malattia grave sia per il bambino e per l'adulto. La trasmissione avviene attraverso il contatto diretto con le goccioline respiratorie (nell'aria) per uno o due giorni prima che i sintomi fino a quattro giorni dopo la comparsa dei primi macchie rosse sulla pelle. Il periodo di incubazione varia da otto a 12 giorni (intervallo da sette a 18 giorni). Sintomi: febbre, naso che cola, tosse, congiuntivite, rash maculo papulare, macchia Koplik (enantema patognomonico). Complicazioni: polmonite, meningoencefalite, otite media, groppa, diarrea.

la vaccinazione:

Età: da uno a 20 anni due dosi MMR (morbillo, parotite e rosolia); La prima dose deve essere assunto con un anno fa, con rinforzi tra i 4 ei 6 anni. Fornisce una protezione con efficienza 95-98%; Effetti collaterali: il vaccino è fatto con il virus vivo attenuato, in modo che possa causare febbre a partire dal secondo o terzo giorno di applicazione, o fino a due settimane dopo la vaccinazione. La reazione febbrile è benigno e può essere controllata con antipiretici comune. raramente appaiono macchie rosse sulla pelle (come la reazione allergica della pelle). Controindicazioni: il vaccino è controindicato per le donne incinte. Dovrebbe impedire la gravidanza fino a 30 giorni dopo aver ricevuto il vaccino.

pertosse:

Conosciuto anche come la pertosse, è una malattia batterica che colpisce il sistema respiratorio. Le complicazioni principali comprendono convulsioni, polmonite e encefalopatia, può portare alla morte. Si è diffusa attraverso le goccioline di saliva e aerosol, e il corpo agisce contro i tessuti della mucosa. Il suo periodo di incubazione varia tra cinque e venti e un giorno. I primi sintomi sono simili a quelli dell'influenza: tosse, naso che cola, febbre e prurito agli occhi. In una seconda fase, è caratterizzata da tosse accesso successive che possono essere accompagnate da muco e vomito. Le crisi tendono ad essere più frequenti durante la notte;

La malattia batterica è più grave quando si verifica in bambini e con pochi mesi di vita, come ad esempio la resistenza è minore e la momentanea mancanza di ossigeno può influenzare l'organismo. La diagnosi è fatta da esami del sangue e la cultura delle secrezioni. Il trattamento deve essere fatto con controllo medico con l'uso di antibiotici.


la vaccinazione:

Il vaccino è essenziale. Nei bambini, si presenta in tre dosi: a due, quattro e sei mesi di età, e due costole: a 15 mesi e 5 anni. Immunizzazione vale la pena di dieci anni e dopo tale periodo dovrebbe essere rinnovato anche in età adulta. Controindicazioni: il vaccino è controindicato per le donne in stato di gravidanza in Brasile.

1

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000