Sovrallenamento: ossessione con l'attività fisica

Sovrallenamento: ossessione con l'attività fisica

Sono enormi benefici di esercitare, ma sovrallenamento, vale a dire l'ossessione con la formazione, può trasformarsi in una pericolosa abitudine quando supera ciò che è normale e sano.

Come tutto nella vita, c'è un limite. Anche ciò che è sano deve essere consumato con moderazione. Lo sport non potrebbe essere altrimenti. Quando gli esercizi diventano incessante e il corpo non è il tempo di ristrutturare, aumenta il rischio di lesioni e di fatica.

"La cosiddetta sovrallenamento si verifica principalmente perché lo studente non si aspetta il ciclo necessario per le fibre muscolari per recuperare dai micro-lesioni causate da esercizio fisico", secondo il fisiologo Luciana Mankel, Curve Academy.

Pertanto, senza lunghe ore e po 'di riposo, perché ripristinare l'energia e il riposo sono essenziali per raggiungere l'obiettivo. Nel sonno, per esempio, ci sono importanti processi metabolici al mantenimento dell'organismo. "Se qualcuno di loro soffrono cambiamento, l'equilibrio del corpo è influenzato nel breve, medio e lungo termine", ha detto l'esperto.


Per identificare se si sta andando al di là di ciò che il corpo può gestire, è bene prestare attenzione ai sintomi: sonnolenza, ansia, binge eating, affaticamento muscolare e persino depressione in casi estremi. "Rispettando i limiti del corpo è essenziale. Gli antipasti, per esempio, non dovrebbe iniziare con un altissimo ritmo e formazione intensiva. Bisogna essere progressiva", conclude.

1

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000