Tasto di panico: la tecnologia protegge le donne contro la violenza domestica

Tasto di panico: la tecnologia protegge le donne contro la violenza domestica

L'aggressione contro le donne ha assunto proporzioni spaventose. Secondo un rapporto pubblicato nel giugno di quest'anno dalla Organizzazione Mondiale della Sanità, un terzo delle donne in tutto il mondo sono o sono stati vittime di violenza fisica o sessuale. Un altro sondaggio, da Avante Brasile Institute, ha sottolineato che 40.000 donne sono state vittime di omicidi in Brasile tra il 2001 e il 2010. Solo nel 2010, 4.5 da 100 mila brasiliano è morto.

Si sforzano di ridurre questi numeri è il lavoro di tutti. E lo Spirito Santo, stato brasiliano che guida la classifica dei decessi femminili nel paese, ha già iniziato a fare la loro parte. un microtrasmettitore GSM (Global System for Mobile) è stato creato con funzionalità GPS e registrazione audio, collegati alla stazione centrale della Guardia Municipale. Premendo il dispositivo di sicurezza preventiva (PSD), popolarmente conosciuto come "Panic Button", la donna vittima di minacce e attacchi chiama una macchina.

Uno dei primi beneficiari del servizio era un residente di 44 anni distretto Jabour di Victoria il 25 luglio. Bespoke protettivo, ex marito dovrebbe stare a 300 metri dalla vittima, ma superato questo limite e se ne andò nel suo appartamento. Sono stati sposati per 10 anni e due le minacce ricevute ex partner. Ha detto Capixaba giornale che è venuto a prendere tre volte. La Guardia è arrivato sulla scena in 10 minuti. L'uomo è stato arrestato alla scena, preso alla stazione di polizia per le donne e di cui alla sezione Viana Screening Center, a Greater Victoria. In aggiunta a questo carcere di Jabour, un altro è tenuta presso la Bonfim.

Il progetto è stato ideato dal giudice Herminia Maria Silveira Azoury, capo dello Stato Coordinamento delle donne in violenza domestica Situazione e Famiglia dello Spirito Santo. "Il pulsante è inibitore e protettore, perché se l'attaccante sa che la donna ha l'attrezzatura, non si avvicinerà.

Attualmente abbiamo in stato di 13.366 misure di protezione in 53 tribunali penali dello Spirito Santo. La legge Maria da Penha è buono, ma non prevede l'applicazione di queste misure ", ha detto il giudice.

Il primo "Pulsanti Panic" sono stati consegnati il ​​15 aprile. L'iniziativa è una collaborazione tra la Corte di Stato dello Spirito Santo, la città di Victoria e l'Istituto Nazionale di Tecnologia Preventiva (INTP). Il 3 maggio è stata la prima unità. "E 'successo nel Jardim da Serra. La Guardia Civil è arrivato a sette minuti, ma l'attaccante è fuggito. E' stata chiesta da strade limitrofe, ma non è stato trovato", ha detto il giudice Clésia dos Santos Barros.

conto Dra. Herminia che uno degli aggressori è andato a casa della ex moglie e quando è stato arrestato sul posto già avuto due testimoni per smentire quello che aveva detto e fatto. Ma l'uomo non conosceva la vittima aveva il "Panic Button" e che aveva registrato tutto l'audio. "In altre parole, il pulsante è un meccanismo a prova di eccezionale. Abbiamo superato il periodo di prova e gli altri stati ci siamo avvicinati, interessati ad adottare la tecnologia."

L'intenzione della Corte dello Spirito Santo è quello di fornire 100 unità. I beneficiari sono vittime di violenza domestica che hanno già misura di protezione in sede penale e che l'autore del reato ha dimostrato descumpridor misurazione del profilo. I casi vengono valutati da un team multidisciplinare e il giudice Clésia.

A parere del giudice, per ridurre la violenza la misura più importante è la più rigorosa applicazione della legge Maria da Penha, solo così il numero di casi diminuirà. "E spesso non viene ordinato l'arresto del colpevole pensiero se :. 'è un uomo di famiglia, di lavoro', ma se non lo teniamo, ucciderà l'ex moglie e ottenere anni di carcere se si effettua l'arresto presto .. all'inizio e spettacolo per l'autore del reato, che è una prigione, che cosa accadrà a lui per girare di avvicinarsi alla donna, che non ripeterà l'atto. "


Il Panic Button ha fatto la sua parte, ma se la donna non è convinto che dovrebbe denunciare tutto ciò che va in avanti. "Le donne devono essere consapevoli che non è la colpa per il fallimento del rapporto, che non ha bisogno di vergognarsi. Lei era molto colpevole e quella sensazione è rafforzata dalla società, che è molto maschilista e le donne giudicare più severamente rispetto agli uomini . Ma, per fortuna, le donne stanno segnalando di più. Quando la vittima vede un altro rapporto, ci si rende conto che non siete soli e perdere un po 'di paura. "

Juliana Hawk (MBPress)

6

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000