Una corretta alimentazione per i diabetici

Una corretta alimentazione per i diabetici

Non esiste una dieta specifica per tutti i pazienti con diabete. Secondo un endocrinologo Luciana Tupy Tavares, ci sono linee guida su cui devono essere evitati gli alimenti, per esempio, quelli ricchi di carboidrati, perché elevato apporto di esso porta ad un aumento di zucchero nel sangue, aumento di trigliceridi (grassi) e riduzione delle HDL (colesterolo "buono").

Per una buona salute i pazienti dovrebbero bere adeguate quantità di carboidrati, grassi e proteine ​​sani, vitamine, minerali, fibre e acqua.

Frutta non sono vietati. Essi contengono fibre, vitamine e minerali, oltre a soddisfare il bisogno di "mangiare qualcosa di dolce." I pazienti possono ingerire una media di cinque porzioni di frutta al giorno e dovrebbe dare la preferenza ai frutti interi, invece di succo di frutta.

Secondo Luciana, i pazienti diabetici dovrebbero evitare cibi ad alto contenuto di zucchero, perché sono digeriti molto facilmente e aumentare rapidamente la glicemia. Esempi sono: cioccolato, miele, pappa, budino, latte condensato, torte, gelati, dolci e biscotti.

Polisaccaridi (carboidrati superiori) vengono assorbiti più lentamente e possono essere consumati con moderazione non provoca come rapido aumento della glicemia. Esempi sono: pane, riso, fagioli e pasta.

"I pazienti diabetici dovrebbero avere l'abitudine di leggere le etichette degli alimenti prima del consumo. Nella maggior parte dei casi i pazienti diabetici sono obesi. E così una dieta con ridotta quantità di calorie è essenziale per la perdita di peso. Il perdita di peso migliora uno dei principali meccanismi fisiopatologici della malattia, che è la resistenza all'azione di insulina, un ormone prodotto dal pancreas che è responsabile per il metabolismo del glucosio, "spiega il endocrino.

Gli alimenti più consigliati sono:

  I carboidrati e grassi monoinsaturi dovrebbero insieme far parte del 60/70% del nostro fabbisogno giornaliero.

  oli monoinsaturi: olio di oliva, olio di canola, di mandorle o di avocado. La differenza pratica tra grassi saturi e insaturi è che i primi sono solidi a temperatura ambiente, a differenza del insaturi sono liquidi.

  Pollame, carne di vitello e pesce come sostituti della carne rossa al fine di mantenere bassi livelli di grassi saturi.

  assunzione giornaliera di proteine ​​deve essere compresa tra 10/20% delle calorie totali.

  Le fibre devono essere ingeriti in quantità di 50 grammi al giorno perché hanno effetto benefico sulla glicemia (tasso di zucchero nel sangue), lipemia (tasso di grasso) e insulina (numero di insulina). Esempi sono: pane integrale, riso e verdure cotte con la buccia.

  Dare la preferenza per il latte scremato avendo meno grassi.

  Optare per prodotti da forno, al forno o alla griglia.

"Ci sono molti casi di pazienti diabetici che non seguono le linee guida per la dieta e fattori che contribuiscono spesso sono l'inutile complessità delle informazioni", dice l'esperto.


Luciana aggiunge che i pazienti dovrebbero cercare di rispettare i normali orari di potere, ma con una certa flessibilità in relazione ai tempi.

"Rispettiamo alcune singole preferenze alimentari per quanto riguarda la frequenza ei tempi dei pasti, per esempio, alcune persone piace mangiare tre pasti al giorno, mentre altri preferiscono due pasti e due spuntini. Ma 'saltare' il solito pasto può portare a eccessiva fame e binge eating. Quando il paziente diabetico di tipo 2 viene quindi trattato con insulina, pasti e la quantità di carboidrati diventa molto importante ", conclude.

3

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha

Aggiungi Articolo

title
text
Personaggi rimasti: 5000